• Luca Marchesan

MASCHERINE E TRAINING MASK


Partiamo dal: cosa servirebbe l’elevation training mask?


molti venditori stanno vendendo queste


maschere scrivendo:

"Andiamo incontro agli atleti agonisti che vogliono incrementare la loro resistenza polmonare allenando il proprio organismo in una situazione controllata di carenza di ossigeno.”


partiamo già con il marketing in realtà la % di ossigeno è la stessa (21%), sia che siate su un pedalò al mare, sia che siate a bordo di una mongolfiera.

Quello che diminuisce è la pressione parzi


ale di ossigeno non la sua quantità nell’atmosfera.


l’Elevation Training Mask dovrebbe riprodurre artificialmente i benefici degli allenamenti in quota in condizioni di ipossia e ipercapnia (l’aumento nel sangue d’anidride carbonica).


soprattutto nel ciclismo e negli sport di endurance si è cercato di capire come riprodurre artificialmente i benefici e gli adattamenti fisiologici tipici dell’allenarsi ad altitudini elevate. adattamenti fisiologici che avvengono in un atleta allenandosi in quota sono:


– Aumento del ematocrito

– Aumento della concentrazione di emoglobina

– Aumento della capacità e velocità del trasporto di ossigeno nel sangue

– Aumento dei globuli rossi

– Aumento degli enzimi ossidativi


In pratica, quindi, l’insieme di tutti questi adattamenti, andrebbe poi, una volta ritornati alla quota bassa, a migliorare la capacità aerobica legata all’ottimizzazione della pressione cardiaca, la soglia Lattacida e la potenza Aerobica riferita al massimo consumo di ossigeno il famoso VO2Max

Il condizionale è d’obbligo perché diversi studi a riguardo sono fortemente contrastanti sull’effettiva veridicità di tali benefici una volta che l’atleta ritorna alle condizioni di quota normali.




il dubbio dell’elevation training mask?

serve o non serve la Elevation Training Mask?

il problema è che gli adattamenti fisiologici e bioenergetici che maturano dall’allenamento in condizioni di ridotta pressione di ossigeno avvengo SOLO e dopo un periodo di adattamento alle nuove condizioni, periodo che spazia da diversi giorni sino ad alcune settimane. Questo implica quindi, che "faticare a respirare" per mezz’ora al giorno indossando la Mask non solo NON DETERMINERA’ NESSUN ADATTAMENTO di quelli ricercati, in quanto il tempo dell esercizio alle “nuove condizioni” sarà assolutamente superfluo e breve. servono circa due settimane per acclimatarsi a una quota di 2500 m e se avete amici in montagna che hanno preso una seconda casa o fanno vacanze di 2 settimane vi diranno che servono piu di 10 giorni ad abituarsi.

Inoltre un allenamento con la maschera INFLUENZERA’ NEGATIVAMENTE tutte quelle che sono le componenti qualitative dell’allenamento stesso:

1) RIDOTTA INTENSITA’ a parità di sforzo ci sarà una conseguente diminuzione dei volumi e di intensità stessa dell’allenamento 2) TECNICA DI ESECUZIONE DEGLI ESERCIZI e rischio aumento del rischio di infortuni.

Fare un circuito funzionale con la Mask per 30 minuti non solo non vi farà ottenere gli adattamenti fisiologici ricercati dell' allenamento in quota, ma vi farà diminuire l’intensità dello sforzo perché avrete meno fiato e causa stanchezza, vi farà anche sporcare la tecnica degli esercizi che a volte è già inguardabile.


quindi è deleterio usare l’elevation training mask?


no non è deleterio solo non si ottiene quello che molti si aspettano di ottenere...cioè resistenza...

la training mask serve al rafforzamento dei muscoli respiratori, sia quelli adibiti all’ inspirazione sia quelli relativi all’espirazione, quindi senza scendere troppo nei dettagli, parliamo di: Diaframma, intercostali, parasternali se ci pensate bene avere una maschera vi costringe a spingere piu aria sia in fase inspiratoria che espiratoria lavorando quindi di potenza.

Le mask, in base al livello di resistenza all’aria, lascia passare solamente una certa quantità dì aria, l’atleta conseguentemente sarà chiamato ad aumentere la frequenza e l’intensità degli atti respiratori andando ad agire direttamente sui muscoli coinvolti in questi. Di per se, il rafforzamento dei muscoli coinvolti alla respirazione è sicuramente un adattamento interessante, "MA" rimane da chiedersi quanto sia utile in molti sport di endurance.



LE "TRAINING MASK" SERVONO A "NON" CONTAGGIARE GLI ALTRI DA COVID-19 ???

NOOO.... !!



Quindi correre con le mascherine


chirurgiche..ffp 1-2-3 in tempo di covid_19 ?????

purtroppo non è una gran cosa (ma non è neanche l apocalisse...) per chi cerca resistenza polmonare e un po di salute in generale in quanto aumenterà solo la forza muscolare polmonare utile a pochi di noi... almeno che non fate alpinismo...apnea... sono i primi 2 che mi sono venuti in mente sicuramente ci saranno altri sport...


Buon allenamento Ste...

45 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti